___

Ogni storia è un atto di ribellione.

È un corpo che si sveglia, una mattina, e si oppone allo stato delle cose nel mondo.

Ogni corpo è un atto di ribellione. Una ribellione che si realizza nel trasformare l’energia latente dell’universo e farla propria, asservirla ai propri bisogni. Nello stabilire il confine del proprio corpo rispetto al mondo e difendere quel confine. La vita che si scontra con l’equilibrio del cosmo, che lo disfa e vi si inserisce, con prepotenza; che cambia lo stato della materia e delle cose, sfuggendo alla morte e al ritorno dell’equilibrio.

Così ogni storia, quando nasce, include al proprio interno una volontà difforme rispetto al naturale andamento delle cose, una trasformazione voluta, desiderata, dello status quo. Romeo desidera Giulietta, il popolo il disfacimento dell’Ancien Régime, Achab la sua vendetta sulla Balena Bianca. Ciascuno organizza la propria resistenza nei confronti del mondo, opponendosi alla morte e all’assenza di volontà.

Finché la storia si conclude, la volontà si dissolve, la lotta finisce lasciando spazio al ritorno di un nuovo equilibrio.

Contrazione e poi rilassamento.

Sistole, e poi diastole.

-S

Il Capitano Achab - Illustrazone di Rockwell Kent

Il Capitano Achab - Illustrazone di Rockwell Kent

Sopra: particolare di illustrazione di Rockwell Kent - Moby Dick